Select Language: EN | IT
menu

Mediterraneo/ Storia/ Mitologia

Il bacino mediterraneo nel pensiero storico e mitologico dei suoi abitanti si espande dal luogo della penisola iberica dove si trovavano le colonne di Ercole (l’odierna localita’ degli stretti di Gibilterra) al lontano Mar Nero dei Balcani. L’intera zona mediterranea porta il nome di una fanciulla giovane, Europa che e’ stata rapita per desiderio amoroso dal temerario dio, Zeus.

Infatti, si racconta della bella figlia del re fenicio, Agenore, e sorella di Cadmo che stava giocando con le ancelle reali sul prato a raccogliere dei fiori e a scherzare tra loro. Zeus la vide dal Cielo e volle accoppiarsi con essa. A tale scopo, lui si trasformo’ in un Toro bianco che si trova a pascolare pacificamente sul prato vicino alle giovani ragazze che si sono incuriosite di andargli vicino per accarezzarlo. Europa era persino andata a sedersi sulla groppa del Toro che si mise di sbalzo a correre lontanto portando la giovane ragazza oltre il mare fino all’isola di Creta, nel sud del bacino mediterraneo. Sulle rive dell’isola cretese Zeus riprende le sue fattezze divine e realizza il suo sogno d’amore con Europa che dara’ in vita Minosse, Radamanto e Sarpendonte in seguito al suo connubio col padre degli dei.

Il racconto si sposta quindi, sull’isola di Creta dove Minosse il figlio di Europa diventa il re della citta’ di Cnosso e padre a sua volta della figura mitologica di Minotauro , un mostro animale con il corpo di uomo e di toro, che vive nella costruzione arcitettonica del Labirinto. Si puo’ perdere nei corridori tenebrosi del Labirinto inseguitati dall’impeto feroce del Minotauro. Fino a quando Arianna, figlia di Minosse per amore al principe ateniese, Teseo non escogiti un espediente, per il semplice sgomitolarsi di un filo lungo il labirinto, per salvarlo nella lotta contro il Minotauro.

Ci troviamo allora, a Creta un’isola immersa nell’acqua azzurra del Mediterraneo, sprofondata nei miti della civilta’ minoica (circa 2700-1450 a.C.) e nella storia successiva delle diverse occupazioni etniche, influenze artistiche e rivoluzioni di indipendenza. Stiamo sulla terra simbolica d’Europa per discedenza diretta della figura mitologica e amante di Zeus nei racconti locali. Siamo nell’area delle tradizioni mediterranee sommersa nei colori ardenti del sole, nella vastita’ dei paesaggi naturali e delle sensazioni umane.

Vi invitiamo a condividere con noi un’esperienza unica sull’isola di Creta nella profondita’ dei sensi, delle lingue e dei miti sul meraviglioso dispiegarsi della storia mediterranea.